Il capitalismo è diventato Tecnofeudalesimo

Perché i miliardari stanno guadagnando migliaia di miliardi di dollari in questa pandemia?

Un recente studio di Oxfam ha mostrato come dall’inizio della pandemia di coronavirus i 10 miliardari più ricchi del mondo abbiano visto un aumento di ricchezza di 500 miliardi di dollari – abbastanza per permettere un vaccino per ogni persona del pianeta. In questo speciale di “UpFront”, Marc Lamont Hill discute con Yanis Varoufakis cosa stia spingendo queste sconcertanti disuguaglianze di ricchezza e come i governi stiano offrendo socialismo per i ricchi e austerità per tutti gli altri.

Alcuni passaggi salienti dell’intervista:

Sembra esserci un enorme divario tra quello che dicono i mercati e quello che dice la realtà – perché?

“Il capitalismo si è trasformato in quello che io chiamo ‘Tecnofeudalesimo’: non c’è un’economia capitalista competitiva, con una forte concorrenza, ci sono pochissime aziende piattaforma che possiedono effettivamente il mercato. Non lo monopolizzano, ne sono semplicemente proprietari. Come Amazon, per esempio: una volta che sei in Amazon o Facebook non sei nel capitalismo, sei davvero in una specie di regime sovietico di proprietà di un solo uomo. Il resto dell’economia di mercato si sta restringendo, è in stagnazione. Il denaro viene pompato dalle banche centrali che lottano per mantenere in vita l’intero spettacolo. Il denaro finisce alle grandi imprese che hanno già dei risparmi che non stanno investendo (…) così vanno in borsa e ricomprano le loro azioni”.

Se le aziende tecnologiche sono quelle che hanno tutto il potere, e non devono rendere conto a nessun elettorato, qual è la soluzione?

“Ci organizziamo. È il modo in cui siamo usciti dai regimi autoritari nei secoli precedenti. È il modo in cui abbiamo imposto la democrazia alle classi dominanti. Ricordate: le classi dominanti non hanno mai voluto la democrazia. Persino i liberali del XIX secolo. (…) Siamo condannati a combattere ogni volta la stessa lotta per la democrazia”.

“L’aspetto interessante dell’episodio di Gamestop è vedere  4,4 milioni di persone che si riuniscono – per fare soldi, certamente, non era un fatto puramente ideologico, naturalmente – ma una parte sostanziale di questi milioni di persone non si preoccupava tanto di fare soldi, non gli importava nemmeno di perdere i soldi che ci avevano messo, volevano colpire gli hedge fund. Dunque qui c’è un elemento di ideologia, c’è un elemento di azione collettiva”.

Cosa renderebbe [l’azione di Reddit] un movimento vero e proprio? E’ qualcosa di replicabile?

“Mancano due cose. La prima è un manifesto, una visione – cosa vogliamo mettere al posto di questi sistemi finanziari guasti – non stanno lavorando per l’umanità, stanno lavorando per i finanzieri. Come apparirebbero i mercati se si eliminasse questo virus della finanziarizzazione. La seconda cosa di cui abbiamo bisogno è un’alleanza tra diversi tipi di persone e diversi movimenti. Quando la moltitudine di Reddit si unirà con i sindacati e con gli attivisti del cambiamento climatico, al fine di costruire una visione per il mondo – è allora che avremo una rivoluzione”.

La spesa per lo stimolo negli Stati Uniti è stata in realtà molto più grande che in Europa. Perché l’UE spende molto meno in confronto?

“Penso che l’UE sia sempre stata più conservatrice rispetto agli Stati Uniti,  quando si tratta di spesa pubblica. Ricordatevi: gli americani non hanno la fobia del deficit”.

“Ogni volta che il capitalismo attraversa uno spasmo, l’America risponde sempre in modo più keynesiano, per così dire – persino Ronald Reagan era un presidente keynesiano se comparato con qualsiasi cosa vista in Francia o in Germania. Il risultato è che ogni crisi globale lascia l’Europa più debole e più ferita rispetto agli Stati Uniti rispetto alla crisi precedente”.

Secondo l’ONU la pandemia avrà un impatto sproporzionato sulle donne. In che modo le soluzioni in cui credete porrebbero rimedio alle varie forme di disuguaglianza di genere che vediamo a livello globale?

“Quando si ha una profonda recessione, le prime persone che vengono colpite sono le donne, le minoranze etniche, generalmente le più deboli; i giovani, sotto i 20 anni, i molto anziani (…) Qualsiasi ritardo nel rispondere con strumenti keynesiani allo spasmo di questo Tecnofeudalesimo finanziarizzato in cui ci troviamo esaspera la sofferenza che le vittime del patriarcato hanno subito”.

 

Traduzione italiana a cura di Michele Fiorillo

Volete essere informati delle azioni di DiEM25? Registratevi qui!