DiEM25 condanna la brutalità della polizia a Parigi

In Francia DiEM25 lavora a fianco dei sindacati e di molte altre associazioni attive contro la legge di riforma del lavoro e più recentemente contro l’uso del 49.3, l’articolo che consente al governo di imporre questa legge molto contestata. Questo tentativo di imporre la legge impedisce al parlamento di svolgere i propri compiti ed è una sfacciata negazione della democrazia.
I movimenti di protesta come la Nuit Debout, che ha restituito ai cittadini la loro voce, continuano a crescere e il supporto di Yanis Varoufakis a Parigi il 16 aprile è stato un passo importante per DiEM25 in Francia. I cortei e le piazze occupate dalla Nuit Debout attraverso la Francia sono costituiti di manifestanti pacifici e non violenti. Il numero di facinorosi è piccolo ed essi sono facilmente riconoscibili. Ciononostante la polizia sta ora brutalmente attaccando le manifestazioni.
A Parigi noi, membri di DiEM25, siamo stati confinati in una zona controllata dalla polizia e chiusa da un muro di plexiglass. Poi la polizia ha sparato gas lacrimogeni in modo massiccio. Era impossibile lasciare quest’area nonostante le ripetute richieste. Abbiamo visto un medico a cui hanno respinto la richiesta di far uscire una persona che aveva difficoltà a respirare. Abbiamo visto minori che chiedevano di allontanarsi dal gas venir trattati come potenziali terroristi.
Il gruppo di DiEM25 ha potuto alla fine lasciare la gabbia di plexiglass dopo una interminabile mezzora. Alcuni dei nostri membri, in altre parti del corteo, sono stati colpiti dalla polizia. Uno di loro ha tre costole rotte.
Abbiamo sentito storie simili dalle proteste in altre città.
Se, come dice Noam Chomsky, “La propaganda è per una democrazia quel che il randello è per uno stato totalitario”, noi non sappiamo più dove posizionarci perchè in Francia abbiamo entrambi questi problemi.
Noi crediamo nella forza delle idee e continuiamo a mobilitarci così che il nostro paese veda nuovamente la luce che lo ha caratterizzato in passato.
La Francia deve riscoprire i propri valori e il “Demos” deve di nuovo trovare il proprio posto.
La lotta di DiEM25 per la democrazia è più che mai la nostra!
Carpe DiEM!
DiEM25
Francia
Vedi anche: Il messaggio di Yanis Varoufakis ai membri di DiEM25 feriti a Parigi

Volete essere informati delle azioni di DiEM25? Registratevi qui!