#StopTheDeal

DiEM25 lancia la campagna #StopTheDeal per mandare in frantumi il patto tra UE e Turchia sui rifugiati

 

 

Oggi abbiamo lanciato la nostra campagna “#StopTheDeal”, uno sforzo a livello europeo per aiutare a mandare in frantumi il vergognoso accordo tra UE e Turchia una volta per tutte.

 

Come? Aiutando a salvare la vita di un uomo

Shabbir Iqbal

Shabbir Iqbal

Shabbir Iqbal é un ingegnere elettrico di 40 anni di una cittadina della regione del Punjab, in Pakistan, dove detiene una rimessa di locazione di veicoli. È Sposato e ha due figli, di 3 e 5 anni.
Un giorno nel dicembre 2015, un gruppo locale di estremisti islamici ha attaccato il vicino di Shabbir, un cristiano. Gli estremisti volevano confiscare la casa del vicino e convertirla in una madrasa; Shabbir ha difeso il suo vicino.
Questo semplice atto ha cambiato irrevocabilmente la vita di Shabbir. Per avere aiutato un cristiano, gli estremisti hanno chiamato Shabbir un eretico; i capi della città hanno deciso che lui e suo padre avrebbero dovuto abbandonare la città per il bene della loro sicurezza. Diversi membri della sua famiglia e suoi conoscenti più prossimi sono stati assassinati dagli estremisti. Sua moglie e i suoi figli vivono nascosti. Se Shabbir torna a casa sua, gli estremisti quasi certamente cercheranno di ucciderlo.
Oggi, dopo un viaggio terribile durante il quale anche suo padre è morto, Shabbir vive in uno stato di limbo a Lesbo, in Grecia, dove si trova da nove mesi. Adesso corre il rischio di essere deportato secondo i termini dell’Accordo tra UE e Turchia del 20 Marzo 2016. Puoi leggere l’intera storia di Shabbir qui.

DiEM25 supporta Shabbir e lo sforzo per #StopTheDeal

Carlos Jiménez Villarejo

Carlos Jiménez Villarejo

Un gruppo di democratici europei in Spagna e Grecia, sotto la guida dell’eminente ex-prosecutore anti-corruzione spagnolo Carlos Jiménez Villarejo, sta lavorando per salvare Shabbir. Il 29 Novembre 2016 essi hanno intentato un’azione legale presso la Corte di Giustizia Europea. Lo scopo: fermare la deportazione di Shabbir in Turchia.
Ma se questo caso avrà successo, farà molto di più che salvare la vita di un uomo: potrebbe divenire un precedente legale che potrebbe mandare in frantumi l’accordo tra l’UE e la Turchia una volta per tutte.
Quando il team di Villarejo ci ha contattato un mese fa per supportare la loro iniziativa, abbiamo accettato immediatamente e abbiamo loro promesso che, come DiEM25, avremmo sostenuto questa azione per salvare Shabbir e rovesciare l’accordo tra UE e Turchia.
Il co-fondatore di DiEM25, Yanis Varoufakis, ha parlato con Shabbir martedì e gli ha personalmente confermato l’impegno di DiEM25 per aiutare la sua causa.
Abbiamo chiesto ai nostri 30,000 membri e alla più ampia rete di volontari in tutta Europa di portare più avanti questa azione. Di fare il nostro grido più alto.
I nostri consiglieri, coordinatori, le organizzazioni e amici da Dublino a Praga, da Helsinki a Lisbona, sono chiamati ad unirsi in questa battaglia per Shabbir e contro l’accordo tra UE e Turchia presso le istituzioni europee.
Delle azioni specifiche per questa causa sono in corso di preparazione e saranno annunciate sul sito di DiEM25 #StopTheDeal.

 

Firmare la petizione!

 

Volete essere informati delle azioni di DiEM25? Registratevi qui!

Dichiarazione sulla decisione del governo britannico di approvare l’estradizione di Julian Assange negli USA

Si tratta di una violazione dei diritti umani di Julian e di un attacco alla libertà di stampa, alla libertà di espressione e, in ultima ...

Leggi di più

Ci opponiamo al commercio con gli insediamenti – firma la petizione ora

Invitiamo pertanto il nostro pubblico e i nostri membri a firmare l'Iniziativa dei cittadini europei per inviare un messaggio contro il ...

Leggi di più

Yanis Varoufakis, Jeremy Corbyn e Ece Temelkuran presentano la Dichiarazione di Atene

La guerra in Ucraina chiede sostegno alle vittime della guerra e un Nuovo Movimento dei Non Allineati

Leggi di più

Lancio del manifesto: È una nuova alba, è un nuovo DiEM25

Il nostro movimento ha iniziato un nuovo corso più radicale, più conflittuale e più efficace

Leggi di più