DiEM25 sfida la fallimentare risposta dell'Europa all'afflusso di migranti e rifugiati

DiEM25 sceglie Vienna come hotspot dove i democratici europei si incontreranno per affrontare:

– L’oltraggiosa risposta della UE alla crisi dei rifugiati

– Come una emergenza umanitaria è diventata sintomatica della perdita di integrità dell’Europa

VIENNA, AUSTRIA, 18 aprile 2016 – DiEM25, il Movimento per la Democrazia in Europa, terrà la sua seconda assemblea giovedì 5 maggio a Vienna. Il primo evento di DiEM25 in Austria si concentrerà su uno dei campi di battaglia cruciali scelti dal movimento per democratizzare l’Unione europea: Superare la paura dei migranti e dei rifugiati!

Intitolata Il dovere dell’Europa verso i rifugiati, il dovere dell’Europa verso se stessa, l’assemblea di DiEM25 sarà ospitata al WERK X Theatre di Vienna. L’evento nasce dall’impegno preso nel Manifesto di DiEM25 di creare “un’Europa aperta, che sia attenta alle idee, alle persone e agli stimoli che provengono da ogni parte del mondo; che riconosce recinzioni e confini come segni di debolezza che diffondono insicurezza in nome della sicurezza”. Organizzata come una serie di discussioni in tavole rotonde su argomenti quali xenofobia ed estremismo di destra, capitalismo e migrazione, solidarietà e confini aperti, l’assemblea ha lo scopo di innescare un dibattito paneuropeo che produrrà un libro bianco su rifugiati, migrazione e solidarietà con l’ “altro”. Tra i relatori Yanis Varoufakis, Srecko Horvat, Saskia Sassen, Sandro Mezzadra, Fanny Müller-Uri, Erich Fenninger, Teresa Forcades, Walter Baier e Katja Kipping.

“La crisi dei rifugiati è una manifestazione della disintegrazione dell’Unione Europea” ha sottolineato Varoufakis, mettendo in guardia contro un pericoloso ritorno della “piaga della misantropia, xenofobia e nazionalismo tossico che ha sconvolto l’Europa all’inizio del ventesimo secolo”.

Alla domanda sulla decisione del governo austriaco di potenziare i controlli e di alzare una barriera al confine con l’Italia, Varoufakis ha risposto: “Conquistare voti erigendo recinzioni e violando la legge internazionale sui rifugiati è l’ultima spiaggia di politici pronti a sacrificare l’integrità delle loro nazioni per le loro miserabili meschine ragioni”.

L’assemblea di DiEM25 a Vienna dà seguito ai lavori dell’assemblea che si è tenuta a marzo in Italia, dove il movimento ha lanciato la sua campagna “Trasparenza in Europa Adesso!”. Fondato a Berlino il 9 febbraio scorso, DiEM25 sta rapidamente diventando la più influente iniziativa paneuropea per riunire un’ampia coalizione di soggetti politici, movimenti sociali e democratici europei nella lotta per democratizzare l’UE come antidoto alla sua disintegrazione.

L’evento prevede un biglietto d’entrata di 10 euro, di cui metà verrà donato alle organizzazioni austriache di sostegno ai rifugiati, mentre l’altra metà sarà destinata a coprire parzialmente i costi dell’evento stesso. L’assemblea (19 – 22) sarà trasmessa in streaming in lingua inglese.

Volete essere informati delle azioni di DiEM25? Registratevi qui!

Chiediamo le dimissioni del capo degli affari esteri dell’UE Josep Borrell per le sue osservazioni razziste sui paesi non europei

Le sue osservazioni  rivelano la mentalità spaventosamente razzista e coloniale che permea anche i più alti livelli della dirigenza politica europea. 

Leggi di più

DiEM25 si riunisce a Bologna per preparare il cambiamento radicale di cui ha bisogno l’Italia

DiEM25 is hosting an event in Bologna, Italy on October 15, to hold a space for activists and sympathisers of our cause

Leggi di più

Presentazione di MERA25 in Italia: un nuovo partito politico radicale di sinistra

Se le recenti elezioni in Italia possono aver smorzato gli animi della sinistra, non è più il caso di disperarsi. DiEM25 annuncia ...

Leggi di più

L’ennesima ultima spiaggia

Il prossimo week end L’Italia andrà al voto per il rinnovo del parlamento, in quelle che abbiamo già descritto come le elezioni politiche più ...

Leggi di più