Risposta alla lettera aperta di membri dei VERDI

Yanis Varoufakis
dom 02, 2016, Articoli
Spread the word

Dopo la presentazione a Berlino di DiEM25, undici rappresentanti del movimento dei VERDI (inclusi due parlamentari europei) hanno scritto una lettera aperta indirizzata a DiEM25, dando il benvenuto alla sua nascita ed invitandoci ad unirci nella lotta per un’Europa Democratica, Sostenibile, Umanista ed Aperta. Ecco la risposta di Yanis Varoufakis alla lettera aperta:

Cari Giovani Verdi Europei,
Cari Florent, Julien, Karima, Michel, Rui, Vedran, Adam, Laura, Teo, Zakia, Patrick,

Avete ragione: sognare un’Europa unita e democratizzata è la nostra unica arma contro un continente diviso, autoritario e potenzialmente Oscuro.

Il nostro sogno comune è l’unico antidoto all’incubo comune già in divenire. Ma per diventare un antidoto efficace dobbiamo unire le forze.

Abbiamo bisogno di superare l’usuale tendenza dei progressisti di diventare preda delle sirene della discordia.

Abbiamo bisogno di una vasta coalizione di democratici europei che copra le divisioni tra Sinistra, Verdi, Liberali e Progressisti Conservatori.

Come ha detto Brian Eno durante la presentazione di DiEM25 a Berlino, i democratici sono persone che sono coscienti di non avere delle risposte ma che, al tempo stesso, sono convinti che, insieme, è possibile giungere a buone risposte, azioni di aiuto e politiche ragionevoli.

La vostra lettera aperta, per noi che abbiamo lanciato DiEM25, è una fonte di grande speranza che il nostro sogno utopico non sia soltanto l’unica alternativa ad una distopia spaventosa, ma anche un progetto pragmatico. La vostra presenza assieme a noi alla presentazione di DiEM25 a Berlino (di alcuni fisicamente, di altri nello spirito) rende DiEM25 il vostro movimento, la vostra infrastruttura. Assieme a molti altri di diversi movimenti, organizzazioni e partiti politici che si sono uniti a DiEM25, voi, noi, altri che si uniranno presto, abbiamo l’opportunità di cominciare a costruire la nostra Conversazione, di organizzare le nostre Assemblee, di pianificare Azioni, di lavorare per il Nuovo Consenso di cui l’Europa ha bisogno per arrestare il processo che minaccia di smantellare le sue istituzioni, dissolvere la sua integrità, farle perdere l’anima.

Voi portate a DiEM25 qualcosa di inestimabile: la voce dei giovani del Movimento dei Verdi.

Per dire tutta la verità, alcuni di noi della vecchia guardia della Sinistra, della Socialdemocrazia, dei Sindacati, della tradizione Liberaldemocratica, abbiamo in passato dato scarsa attenzione all’effetto corrosivo sul nostro stesso pensiero della mentalità della crescita ad ogni costo. Da allora abbiamo compreso l’entità dell’affaticamento del nostro pianeta (causato da un’umanità guidata da una miope massimizzazione del profitto privato, o accumulazione del capitale, come noi a Sinistra preferiamo chiamarla) e la semplice verità che la giustizia sociale non può mai prevalere se la società umana continua distrattamente ad erodere l’ambiente. Ciononostante, sebbene abbiamo aperto gli occhi su questa realtà, abbiamo bisogno che voi, i giovani Verdi Europei, ci teniate attenti alla centralità dell’agenda ambientale nel forgiare lo stato mentale necessario per sostenere un qualsivoglia progetto progressista.

Lasciatemi adesso virare verso temi concreti: come proponiamo di far crescere DiEM25 da un’intenzione ad un movimento genuino. Perché DiEM25 sia la nostra infrastruttura comune, il nostro movimento condiviso, dobbiamo motivare milioni di europei attorno a 6 minacce e sfide comuni che richiedono soluzioni europee comuni:

Sei Campagne, Sei Assemblee, Sei Fogli Politici di DiEM25

Per far crescere DiEM25 come movimento della società civile, dobbiamo coinvolgere i membri in un continuo dialogo sui seguenti sei “campi di battaglia” discorsivi:

TRASPARENZA ORA!: La prima campagna di DiEM25 mirerà a chiedere che tutte le decisioni della UE siano esposte al vigilare dei cittadini europei. Domanderemo che tutte le riunioni di Consiglio Europeo, ECOFIN, Eurogruppo, FTT, ESM, etc., siano accessibili agli europei. Inoltre, vogliamo rivelare l’opacità dei processi di decisione che hanno la reale capacità di interrompere la democrazia per periodi molto, molto lunghi (come gli attuali negoziati sul TTIP).

IMMAGINARE UNA COSTITUZIONE DEMOCRATICA DELL’UNIONE EUROPEA ed il processo verso l’ASSEMBLEA COSTITUENTE che porterà ad essa.

EUROPA APERTA: RIFUGIATI, MIGRAZIONE, SOLIDARIETÀ CON “L’ALTRO”

IL LAVORO, IL SUO VALORE E LA DISTRIBUZIONE DEL REDDITO NELLE SOCIETÀ EUROPEE

IL NEW DEAL VERDE EUROPEO E LA MONETA DELL’EUROPA: Finanziare la transizione verde gestendo efficacemente DEBITO, CRISI BANCARIE, INSUFFICIENZA DI INVESTIMENTI, SQUILIBRI INTRA-EUROPEI E RIDUZIONE DELLA POVERTÀ. Inoltre, integrazione della politica monetaria al di là della divisione Eurozona / non-Eurozona, strategia di DiEM contro la violenta reazione dell’establishment (incluse le minacce di blocco del sistema bancario di un paese che adotta le politiche di DiEM), politica su sistemi di pagamento paralleli e su monete parallele, una prospettiva più ampia sull’organizzazione del sistema monetario globale (di cui l’Europa è la più grande economia).

TRANSIZIONE VERDE E SOVRANITÀ TECNOLOGICA: Su cosa deve investire l’Europa? E come può l’Europa evitare di diventare ostaggio di scelte tecnologiche fatte da colossi multinazionali giganti per colossi multinazionali.

Ognuna di queste questioni-“campi di battaglia” genererà un processo di incontri, in tutta Europa, culminanti in un grande evento, un’Assemblea, da tenersi in una città Europea. Proponiamo 5 passi:

Passo 1 – AGENDA PRELIMINARE – Si farà circolare una lista di domande/questioni per ognuno di questi “campi di battaglia” per motivare i membri di DiEM25 a pubblicare idee e proposte su diem25.org.

Passo 2 – EVENTI – I membri converranno degli incontri nelle proprie regioni per discutere delle specifiche questioni-“campi di battaglia”. (Pensiamo ad incontri in istituzioni locali, teatri, cinema, centri culturali, etc.)

Passo 3 – CARTA DI OPZIONI POLITICHE – Tutte le raccomandazioni, preoccupazioni e suggerimenti politici provenienti dagli EVENTI saranno compilati (per ogni questione-“campo di battaglia”) con un’occhio a redigere una CARTA DI OPZIONI POLITICHE da sottomettere alla relativa Assemblea DiEM.

Passo 4 – CARTA DI ASSEMBLEA – Ogni CARTA DI OPZIONI POLITICHE sarà dibattuta nella propria assemblea al fine di preparare una CARTA DI ASSEMBLEA.

Passo 5 – REFERENDUM – Ognuna delle sei CARTE DI ASSEMBLEA sarà sottomessa a votazione da tutti i membri (usando la piattaforma digitale DiEM). Una volta approvata, la CARTA POLITICA di DiEM sulla questione sarà completata.

Questo approccio dal basso verso l’alto produrrà sei Carte Politiche di DiEM sulle questioni che minacciano i distruggere l’Unione Europea e, messe assieme, costituiranno il Programma Completo di DiEM per Democratizzare l’Unione Europea.

Oltre alle Assemblee, ed al processo che le costituirà, DiEM25 organizzerà altre campagne ed eventi in Europa in risposta a sviluppi in corso. Per esempio, a fine maggio 2016, intendiamo organizzare un evento a Londra, prima del referendum cruciale sulla permanenza del Regno Unito nella UE, per discutere la questione della sovranità ai livelli nazionale e comunitario.

Cari Giovani Verdi Europe, cari Florent, Julien, Karima, Michel, Rui, Vedran, Adam, Laura, Teo, Zakia, Patrick,

Non c’è alcuna garanzia sul nostro successo. DiEM25 sta soltanto offrendo un barlume di speranza.

A Berlino, insieme, abbiamo acceso una fiammella, rifiutandoci di sprecare la nostra energia maledicendo l’oscurità.

Adesso tocca a tutti noi far diventare questa fiammella un faro di speranza. La vostra lettera conferma che abbiamo già cominciato.

Quindi, insieme, facciamo scuotere l’Europa.

Delicatamente.

Con compassione.

Ma fermamente!

Carpe DiEM25

Volete essere informati delle azioni di DiEM25? Registratevi qui!