Un’azione simbolica importante. No alla guerra da Napoli

Napoli contro la guerra. Napoli per la pace. Il Local Team partenopeo di Diem25 ha voluto dare il suo contributo e far sentire la voce sua e di tutti i napoletani direttamente al Consolato Generale della Federazione Russa di Napoli, aderendo all’iniziativa promossa da Diem25 e Mera25.  Il pomeriggio del 16 marzo scorso, a Via Partenope 1, in pieno Lungomare, abbiamo steso il nostro striscione con i giocattoli intrisi di sangue. I giocattoli con cui avrebbero dovuto giocare i bambini uccisi o costretti a scappare via da una brutale invasione:Un giocattolo per ogni bambino a cui è stata negata la possibilità di crescere, e un giocattolo per ogni bambino che stasera non abbraccerà i suoi genitori”.  Prima una persona, poi due, poi tante altre si sono avvicinate, ci hanno chiesto notizie e ci hanno fatto i complimenti per l’iniziativa, complimenti che ovviamente vanno in primis agli ideatori e agli organizzatori dell’iniziativa europea. Anche qualche media locale ha ripreso e coperto il nostro evento. Il Local team di Napoli è operativo praticamente dalla nascita di Diem25, ha ospitato la prima Assemblea Nazionale del movimento ed ha partecipato a tutte le iniziative svolte in questi anni. Abbiamo al nostro interno persone di diversa nazionalità, esperienze, sensibilità. Ci siamo e non molliamo. 

Volete essere informati delle azioni di DiEM25? Registratevi qui!

L’Italia e la libertà di espressione

In questi giorni si è tenuto il processo contro Julian Assange, antieroe hobbesiano che ha sacrificato il suo corpo e la sua esistenza per ...

Leggi di più

Nature Restoration Law: WindEurope contro la destra europea e i suoi tentativi di affossarla

L’associazione europea dell’industria eolica esprime una ferma “condanna di questa mossa dell’ultimo minuto” “L’energia eolica e il ripristino ...

Leggi di più

Stop ai subappalti pirata!

Venerdì 16 febbraio, presso l’Esselunga sito in via Giovan Filippo Mariti a Firenze, si è verificato il crollo di un solaio. Questo ha ...

Leggi di più

L’uccisione dell’ambiente di Gaza

Su una pittoresca spiaggia nel centro di Gaza , un miglio a nord del campo profughi di Al-Shati , ormai raso al suolo, lunghi tubi neri ...

Leggi di più