DiEM25 prepares to compete in elections

Maggio 2019, arriviamo!

Caro membro,

Questo è un buon momento per essere un DiEMer.
La settimana scorsa abbiamo “colto l’attimo” e ci siamo immersi in una nuova fase impegnativa, piena di rischi, ma anche entusiasmante per il nostro giovane movimento: Sì, proviamoci!

Maggio 2019, arriviamo!

Il nostro voto interno è stato decisivo: il 73% degli iscritti verificati ha votato e, di questi, il ​​93% ha votato a favore della partecipazione alle elezioni. (Risultati in dettaglio) Ancor prima del secondo anniversario di DiEM25, inizieremo a lavorare instancabilmente per portare il nostro New Deal Europeo, la nostra Agenda Progressista per l’Europa, alle urne in tutta Europa nelle elezioni del Parlamento europeo del maggio 2019.

Comunque vada a finire, questo rappresenta un momento storico: mai prima d’ora un movimento ha cercato di presentare un programma politico UNICO a TUTTI gli Europei e UNA SOLA lista in tutta la nostra divisa e frammentata Unione.
Partecipiamo per vincere. Ma la nostra nozione di vittoria è molto, molto diversa. Vittoria per noi vuol dire mettere all’ordine del giorno, ovunque, la nostra proposta politica progressista, moderata, ma anche radicale. Vuol dire farlo in modo tale da mostrare agli europei che una democrazia europea transnazionale non solo è possibile, ma è già qui – in forma embrionale all’interno di DiEM25. Vuol dire dare vita a una nuova politica, a una nuova etica in vista delle elezioni, a un nuovo spirito di impegno elettorale da parte di attivisti che detestano “l’autorità” ma che partecipano alle elezioni per restituire sovranità a persone, collettività, città, regioni, popoli e parlamenti .

Da oggi, diamo avvio a dibattiti in ogni paese, in ogni città, con la società civile e con attori politici le cui idee sono vicine al nostro Manifesto e le cui proposte sono coerenti con la nostra Agenda Progressista per l’Europa e il nostro New Deal Europeo. Lo scopo? Preparare, per tempo, l’agenda politica globale UNICA da presentare a tutti gli elettori nel maggio 2019. I nostri iscritti, i DSC, i Collettivi Nazionali, il Collettivo di Coordinamento, tutti noi dobbiamo prepararci per questo Grande Dialogo in tutta Europa. Cominciamo!

Cosa puoi fare tu?
Nelle recenti votazioni abbiamo deciso, tra le altre cose, di creare DSC tematici. È giunto il momento di formare questi DSC tematici e usarli per contribuire all’elaborazione del nostro programma politico UNICO. In collaborazione con i DSC esistenti, questi DSC tematici potrebbero portare questi temi e queste questioni di attualità all’attenzione di tutta la comunità per informare, sensibilizzare e creare il fermento politico di cui avremo bisogno per produrre, con urgenza, raccomandazioni per il resto del movimento sulle seguenti aree del programma di DiEM25 per le elezioni di maggio 2019:

  • Investimenti in energie pulite e transizione ecologica in tutta Europa

  • Gestione del debito pubblico/privato nell’Eurozona

  • Un programma paneuropeo anti- povertà

  • Post-capitalismo (ad esempio, il dividendo universale di base, cambiamenti dei diritti di proprietà sul capitale, ecc…)

  • Lavoro

  • Un piano, umanitario ed efficace, per i Migranti e i Rifugiati

  • Politica estera e difesa europee

  • Chiusura dei paradisi fiscali

  • Regolamentazione delle multinazionali della tecnologia

  • Regolamentazione delle multinazionali del farmaco

  • Una Carta Europea per i Beni Comuni

  • Municipalismo Europeo (progetto per una maggiore autonomia delle città)

  • Un diverso tipo di trattati commerciali europei

  • Verso una Costituzione Europea democratica (un processo per la formazione di un’assemblea costituzionale che porti alla stesura di una costituzione con la quale sostituire tutti i Trattati)

  • Antifascismo

  • Femminismo

In questo percorso multilaterale la lista delle priorità può cambiare mentre consolidiamo le nostre alleanze politiche, e possono emergere nuovi temi; di questi cambiamenti informeremo, passo dopo passo, gli iscritti a DiEM25.

Cosa devono fare i Collettivi nazionali?
Aiutarci, in collaborazione con i DSC, a mappare la situazione politica (con elezioni imminenti, possibili alleati, ecc.) in ogni stato-nazione prima delle elezioni del Parlamento europeo del 2019. Esaminare le problematiche legali relative alla presentazione dei candidati nel proprio paese, proporre il progetto di DiEM25 ai potenziali partner del CC del proprio paese, cercare di trovare dei modi in cui il nostro New Deal Europeo può essere sviluppato (cioè approfondito) per il proprio paese.
Il ruolo del Collettivo di Coordinamento.
Dare avvio al dibattito con i potenziali partner in tutta Europa, in collaborazione con i PNC, i DSC ecc…, e coordinare l’elaborazione del programma politico paneuropeo UNICO che sarà presentato agli elettori nel maggio 2019.

E questo è solo l’inizio.

Il nostro cammino verso maggio 2019 è, senza dubbio, irto di difficoltà, problemi, pericoli. Per questo motivo alcuni dei nostri iscritti si erano mostrati riluttanti a sostenere la nostra proposta Non Soltanto Un Altro Partito Politico. Prendiamo sul serio i loro avvertimenti. Siamo profondamente consapevoli dell’importanza di mantenere DiEM25 come movimento e di usare la nostra ‘ala elettorale’ come strumento – piuttosto che motore di ciò che facciamo. Non dimentichiamo, una maggiore democrazia interna è cruciale per la democratizzazione dell’Europa.
Tuttavia, pur tenendo fermamente a mente queste preoccupazioni, è importante anche che ci concediamo qualche minuto per festeggiare il momento in cui abbiamo “colto l’attimo”. È un momento davvero entusiasmante. Potremmo non farcela. Ma sarà straordinariamente divertente provare. E se facciamo del nostro meglio, senza prenderci troppo sul serio, ci riusciremo. Perché? Perché DiEM25, e questa nostra nuova impresa, sono esattamente ciò che richiede questo momento storico.
Carpe DiEM25!
Yanis Varoufakis
>> Co-fondatore di DiEM25 e membro del Collettivo di Coordinamento
 

Volete essere informati delle azioni di DiEM25? Registratevi qui!