Il 2020 in retrospettiva

Il 2020 si è rivelato un po’ diverso da quanto ci aspettavamo, ma questo non significa che non abbia avuto i suoi momenti salienti.

Ecco i nostri punti più significativi per il 2020:

EUROLEAKS

DiEM25 si stava preparando per l’uscita di Euroleaks (date un’occhiata alle registrazioni qui!), non fosse che tutti i riflettori si sono spostati sul COVID-19 — il virus mortale che si è fatto strada in tutto il globo.

Ora, tutto sembra ricollegarsi metaforicamente a questo nuovo virus — ‘Austerity Is the Patient Zero of Coronavirus’.

In DiEM25 abbiamo combattuto contro quelle questioni fondamentali che hanno portato alle attuali crisi sanitarie, economiche ed ecologiche

Abbiamo dovuto affrontare una moltitudine di sfide al nostro attivismo di base e all’organizzazione della campagna, con molti gruppi locali che lottano per entrare in contatto con i volontari a causa di blocchi e altre misure COVID-19. Ma la creatività dei nostri membri ha permesso a DiEM25 di continuare a impegnarsi nelle nostre numerose campagne come il Green New Deal per l’Europa e nei gruppi locali e tematici. Il nostro messaggio di democratizzazione dell’Unione europea e di sfidare le misure di austerità è stato più pressante che mai quest’anno. Siamo stati anche supportati da innumerevoli attivisti, organizzazioni, partner e pensatori che hanno contribuito a dare un senso – in modo collaborativo – a questi tempi difficili.

Sebbene siano state adottate alcune misure radicali dai governi per sostenere gli ospedali, nonché esperimenti con pagamenti di solidarietà, la stragrande maggioranza delle misure sembra aver solo esacerbato la crescente disuguaglianza e il deficit democratico in Europa.

In tutta risposta, DiEMers da tutta Europa sono scesi per strada a sfidare la gestione della pandemia e insieme abbiamo lanciato nuovi progetti e campagne per aiutare tutte/i noi a ripensare e impegnarci con questa contemporaneità.

DiEMTV

Abbiamo lanciato il nostro programma televisivo “radicalmente speranzoso e costruttivo” DiEMTV che ha ospitato moltissimi ospiti come Noam Chomsky, oltre a raccogliere milioni di visualizzazioni. Soprattutto, questa serie ha permesso a tutti noi di riflettere su questo momento storico, dall’intensificarsi del capitalismo di sorveglianza al consolidamento di oligarchie aziendali come Amazon.

Acceleratore di Campagne

Abbiamo tenuto il primo ciclo del nostro Campaign Accelerator, un nuovo progetto in cui aiutiamo i singoli membri di DiEM25 a progettare e condurre campagne mirate su temi locali che li appassionano. Abbiamo sostenuto un’iniziativa per bloccare la costruzione dell’ennesimo centro commerciale a Porto; un tentativo di garantire un modello di sviluppo sostenibile per una bellissima zona della Grecia settentrionale; e una spinta per fermare le aziende di armi che gestiscono scuole nel Regno Unito.

Campaign Accelerator aprirà a nuove proposte a gennaio – restate sintonizzati!

L’Internazionale Progressista

L’Internazionale Progressista, co-fondata da DiEM25, è stata lanciata nel maggio 2020. Nei suoi primi due mesi, l’IP ha già: mobilitato membri per proteggere le istituzioni democratiche in Ecuador, inviato una delegazione di parlamentari da tutto il mondo per osservare le prime elezioni boliviane dopo il colpo di stato del novembre 2019 e portato avanti una campagna con il senatore Bernie Sanders, il deputato Ilhan Omar e rappresentanti di tutto il mondo per la cancellazione totale del debito e per un’iniezione di liquidità d’emergenza nel Sud del mondo.

 

I People’s Gatherings

Proprio il mese scorso abbiamo lanciato l’ennesimo progetto nato dalle nostre riflessioni sul COVID-19 e sullo stato della democrazia in Europa: i People’s Gatherings (i Raduni del Popolo). Questo progetto di coinvolgimento di cittadin* offre ai/alle DiEMers l’opportunità di organizzare incontri locali – i Gatherings/Raduni – dove cittadin* europe* possono discutere il futuro della politica del loro Comune, della loro Regione e del loro paese. Arriva in un momento critico in cui sono necessarie nuove idee e scambi per costruire, insieme, un futuro post-capitalista. Siamo entusiasti di vedere come i/le DiEMers si impegnano nel progetto e tutti i Raduni che verranno organizzati nel 2021!

Quest’anno ci siamo impegnati a garantire che il nostro movimento rimanga in prima linea su ciò che interessa Europei e progressisti di tutto il mondo

Il nostro Piano in 3 punti pubblicato a marzo ha offerto (e offre ancora!) Un modo per rispondere con urgenza alla crisi sanitaria del COVID-19 in un modo che affronti anche le nostre crisi economiche ed ecologiche. I nostri membri impegnati nel Green New Deal per l’Europa sono stati impegnati a reinventare le loro città e concentrandosi su questioni locali rilevanti per le sue politiche.

I nostri membri hanno anche contribuito a plasmare le campagne e le politiche del nostro movimento. La campagna immobiliare Rentvolution! condotta dai membri è stata un punto focale per molti dei nostri membri in tutta Europa. Insieme, hanno organizzato proteste congiunte e campagne per affrontare la crisi degli alloggi in molti paesi europei come Belgio, Lussemburgo, Portogallo e Paesi Bassi. In effetti, il crescente rischio di sfratto a causa delle misure per il coronavirus lascia molti segmenti della popolazione vulnerabili.

Il gruppo tematico “pace e politica internazionale” di DiEM25 ha fatto partecipare più di 150 membri a un questionario sulle nostre politiche in questo settore. Con la ricchezza di principi, idee e metodi proposti, il gruppo redigerà un libro verde che sarà presentato ai membri. La nostra task force “Femminismo, Diversità e Disabilità” ha inoltre lavorato duramente per garantire inclusività e intersezionalità all’interno del nostro movimento e per connettersi con gruppi locali sulle istanze della violenza domestica. Abbiamo anche continuato a spingere per le questioni che ci stanno più a cuore, come il caso Julian Assange per il quale le proteste sono tuttora in corso.

Nel 2021, DiEM25 continuerà a lottare per una transizione giusta e sostenibile verso un mondo più equo. Per un futuro post-capitalista dove il “socialismo per pochi e forte capitalismo per gli altri” sia solo un ricordo. Per un’Europa veramente democratica, dove i cittadini e le cittadine abbiano l’ultima parola sulle politiche che riguardano la loro vita.

Come ha detto Yanis Varoufakis nel suo messaggio per il Nuovo Anno qui:

“”Sta a noi fare del 2021 un anno di cambiamenti radicali nell’interesse dei molti. Ovunque!”

Unisciti a noi oggi!

Ti interessa la campagna Rentvolution? Firma la petitizione e inviaci una email a rentvolution@diem25.org.

Traduzione di Ivan Alberto Larosi.

Volete essere informati delle azioni di DiEM25? Registratevi qui!

Dona alla causa