Dichiarazione DiEM25 e MERA25: Pace adesso!

Le guerre a Gaza e dintorni e in Ucraina non possono essere risolte militarmente. Non ci può essere una vittoria militare che non generi altri crimini di guerra, altre sofferenze, altre ingiustizie contro i più deboli e, quindi, ulteriori guerre.

I governi delle principali potenze mondiali, Stati Uniti, Cina e Unione Europea, stanno venendo meno al loro dovere di avviare un processo di pace parallelo, sotto l’egida delle Nazioni Unite, per una giusta risoluzione di entrambe le guerre.

Noi di DiEM25 e MeRA25, estendendo la nostra Dichiarazione di Atene (maggio 2022), invitiamo i progressisti di tutto il mondo a chiedere ai nostri governi che questo processo di pace parallelo inizi oggi con la cessazione delle ostilità come primo passo.

Ogni scusa per ritardarlo costituisce un monumentale servizio alla normalizzazione dei crimini di guerra e alla strumentalizzazione della disumanità che genera nuove orde di rifugiati.

Volete essere informati delle azioni di DiEM25? Registratevi qui!

L’Italia e la libertà di espressione

In questi giorni si è tenuto il processo contro Julian Assange, antieroe hobbesiano che ha sacrificato il suo corpo e la sua esistenza per ...

Leggi di più

Nature Restoration Law: WindEurope contro la destra europea e i suoi tentativi di affossarla

L’associazione europea dell’industria eolica esprime una ferma “condanna di questa mossa dell’ultimo minuto” “L’energia eolica e il ripristino ...

Leggi di più

Stop ai subappalti pirata!

Venerdì 16 febbraio, presso l’Esselunga sito in via Giovan Filippo Mariti a Firenze, si è verificato il crollo di un solaio. Questo ha ...

Leggi di più

L’uccisione dell’ambiente di Gaza

Su una pittoresca spiaggia nel centro di Gaza , un miglio a nord del campo profughi di Al-Shati , ormai raso al suolo, lunghi tubi neri ...

Leggi di più