Dichiarazione sulla decisione del governo britannico di approvare l’estradizione di Julian Assange negli USA

Non ci sono parole per esprimere l’importanza del precedente creato oggi dalla Ministra degli Interni britannica Priti Patel con l’approvazione dell’estradizione di Julian Assange negli Stati Uniti. Si tratta di una violazione dei diritti umani di Julian e di un attacco alla libertà di stampa, alla libertà di espressione e, in ultima analisi, alla democrazia stessa.

Dopo un triennio spregiudicato di prigionia nel carcere londinese di Belmarsh, durante i quali le sue condizioni di salute si sono notevolmente deteriorate, Julian rischia ora fino a 175 anni dietro le sbarre negli Stati Uniti: un esempio per tutti coloro che potrebbero avere l’audacia di rivelare i crimini del governo americano, come ha fatto lui con coraggio.

Siamo indignati, ma non sconfitti. Anche se l’Alta Corte del Regno Unito confermerà la decisione di Patel, DiEM25, l’Internazionale Progressista e tutti coloro che si battono per la giustizia e la democrazia porteranno la lotta per salvare la vita di Assange sul suolo americano. Faremo appello ad attivisti, giornalisti, politici con una coscienza e gruppi della società civile affinché facciano pressione sul governo e sul sistema giudiziario degli Stati Uniti.

La nostra richiesta rimane la stessa di sempre: Liberate Julian Assange.

Volete essere informati delle azioni di DiEM25? Registratevi qui!

Dichiarazione sulla decisione del governo britannico di approvare l’estradizione di Julian Assange negli USA

Si tratta di una violazione dei diritti umani di Julian e di un attacco alla libertà di stampa, alla libertà di espressione e, in ultima ...

Leggi di più

Ci opponiamo al commercio con gli insediamenti – firma la petizione ora

Invitiamo pertanto il nostro pubblico e i nostri membri a firmare l'Iniziativa dei cittadini europei per inviare un messaggio contro il ...

Leggi di più

Yanis Varoufakis, Jeremy Corbyn e Ece Temelkuran presentano la Dichiarazione di Atene

La guerra in Ucraina chiede sostegno alle vittime della guerra e un Nuovo Movimento dei Non Allineati

Leggi di più

Lancio del manifesto: È una nuova alba, è un nuovo DiEM25

Il nostro movimento ha iniziato un nuovo corso più radicale, più conflittuale e più efficace

Leggi di più